«Di Bisanzio dirai ciò che è passato, ciò che passa e che sarà» Scritti in onore di Alessandra Guiglia

100.00

A cura di Silvia Pedone, Andrea Paribeni
Anno: 2018
ISBN: 9788894810189
Argomento: Archeologia
Pp.: 870
F.to: 17,5 x 26

Disponibile

Email
COD: 3292 Categorie: , Tag: Product ID: 7240

Descrizione

I due volumi dedicati ad Alessandra Guiglia – professore ordinario di Storia dell’Arte Bizantina – raccolgono i saggi di studiosi, colleghi e amici che, in occasione del suo congedo dall’attività accademica, intendono offrirle i risultati delle loro più recenti ricerche.
Gli oltre cinquanta saggi che danno forma all’opera toccano filoni di studio relativi alla storia, alla storia dell’arte e alla cultura medievale tra Oriente e Occidente, rispecchiando, in larga misura, i campi di interesse della studiosa, la quale, nel corso della sua carriera, ha spaziato tra ambiti artistici diversi: scultura, architettura, decorazione musiva e pittorica.
Nelle quattro sezioni dell’opera si affrontano questioni relative alla cultura artistica bizantina tra centro e periferia dell’impero; s’indagano aspetti inediti dell’attività delle maestranze attive a Roma e nell’Italia medievale, approfondendo tematiche iconografiche e tipologie di materiali riconducibili ad un’ampia cronologia che va dal Tardo Antico al Basso Medioevo.

The two volumes dedicated to Alessandra Guiglia – full professor of History of Byzantine Art at La Sapienza University of Rome – gather the essays of scholars, colleagues and friends who, on the occasion of her retirement from University service, offer her the results of their most recent researches.
With more than fifty essays the volumes deal with several topics related to history, art history and medieval culture between East and West, reflecting, to a large extent, the scope of interest of Alessandra Guiglia, who, in the course of her career, has ranged among different research fields: from sculpture and architecture to painting and mosaic decoration.
The four sections of the work tackle issues about Byzantine artistic culture between the center and the periphery of the empire and investigate unknown aspects of the work of the artists active in Rome and in medieval Italy, deepening material problems and iconographic themes that can be traced back to a wide chronology, from the Late Antique to the Late Middle Ages.

INDICE generale

Tomo I
Introduzione di Silvia Pedone e Andrea Paribeni
Tabula Gratulatoria
I. BISANZIO E L’ORIENTE
Kerim Altuğ – Reconsidering the use of spolia in Byzantine
Constantinople
Alessandro Taddei – S. Sofia a Costantinopoli. Nuove considerazioni
sul rivestimento musivo giustinianeo delle gallerie
Natalia Teteriatnikov – A Pattern of Distinction: The Decoration
of Trabea Triumphalis and the Transverse Arches of
the Narthex at St. Sophia, Constantinople
Liudmila G. Khrushkova – Notes on the Study of Byzantine
Marbles of Tauric Chersonesos
Demetrios Michaelides – The wall opus sectile from Katalymata
ton plakoton at Akrotiri and other examples from Early
Christian Cyprus
Basema Hamarneh – Magnificenza, solidità, colore. Pavimenti
in opus sectile ad est del Giordano: osservazioni preliminari
Maria Andaloro – Il progetto dell’Università della Tuscia sulla
Cappadocia rupestre alla luce della chiesa di El Nazar a Göreme
Giulia Bordi – El Nazar a Göreme. Sulle tracce delle chiese
delle origini in Cappadocia
Chiara Bordino– El Nazar a Göreme. Una rara rappresentazione
pittorica di Longino martire di Cappadocia?
Francesco D’Andria –Hierapolis di Frigia. Una agro-town bizantina?
Michael Featherstone – Theophilus’s Margarites: the ’Apsed Hall’ of the Walker Trust?
Philip Niewöhner – Ein byzantinischer Löwenkopf-Wasserspeier
aus der Gegend von Milet im westlichen Kleinasien
Antonio Rigo – Gregorio Palamas rifugiato a S. Sofia (inizi
febbraio – inizi aprile 1343)
Silvia Pedone – La fede che incide: alcuni graffiti inediti nella
S. Sofia di Costantinopoli
Claudia Barsanti – Restes de la reine des villes/Broken bits
of Byzantium. Introduction à l’édition critique. Deuxième
partie. Con una nota introduttiva di Andrea Paribeni

II. ROMA MEDIEVALE
Antonella Ballardini – Habeas corpus: Agnese nella basilica
di via Nomentana
Robert Coates-Stephens – Inde lupae fulvo nutricis tegmine
laetus / Romulus excipiet gentem. The Vergilian inscription
of the Scala Santa
Roberta Flaminio – Sulle tracce di un bassorilievo poco conosciuto:
la lastra con le croci di Palazzo Nardini al Governo
Vecchio (Roma)
Lia Barelli – I vela dipinti della basilica dei SS. Quattro
Coronati a Roma e il loro rapporto con le fasi architettoniche
Xavier Barral i Altet – Le coq sur le toit à l’époque romane.
A propos du coq de S. Silvestro in Capite à Rome
Peter Cornelius Claussen – Zum Paviment von Alt St. Peter
im Mittelalter
Anna Maria D’Achille – Tre arche (non due) e un ciborio
tra i disegni ‘romani’ di John Talman
Valentino Pace – “Pacem meam do vobis”: Cristo dispensatore
di pace, l’affresco sull’emiciclo absidale di S. Clemente
e il Concordato di Worms
Walter Angelelli – Una tavola dipinta tra XIII e XIV secolo
Simona Moretti – Su un’antichissima “stola greca della Sagristia
Vaticana”
Sylvia Diebner – Il ‘giardino-fontana’ a piazza Mazzini (Roma)

Tomo II
III. Italia medievale
Philippe Pergola – La Ligurie occidentale byzantine, de
Constance à Rotari (411-652), à travers le prisme des données
archéologiques
Gioia Bertelli – Scultura in stucco di età medievale in Puglia
(secoli V-XII). Un ritorno al passato
Rossana Martorelli – Un inedito frammento scultoreo di
età bizantina rinvenuto a Cagliari
Fabio Betti – Maestranze longobarde nel ‘corridoio Bizantino’
umbro: i cibori di S. Salvatore di Amelia e della collegiata
di Otricoli
Letizia Ermini Pani – Sculture-documenti a Spoleto in età
longobarda
Francesca Romana Stasolla – Prima di Leone IV: scultura
altomedievale da Leopoli-Cencelle
Michela Agazzi – Capitelli a Torcello e Murano: dispersioni
e permanenze di produzioni altomedievali
Alessandra Frondoni – Frammenti lapidei altomedievali
poco noti del Levante ligure
Luigi Carlo Schiavi – Frammenti di una storia monastica
sfuggente. Una cripta nel complesso del Senatore a Pavia
Mario D’Onofrio – La chiesa di S. Martino a Montecassino:
una questione ancora aperta?
Pio Francesco Pistilli– Gaeta in età normanna. La tour-porche
della cattedrale
Alessandra Acconci – Frammenti di arredo liturgico medievale
dalla cattedrale di Aquino
Alessandra Cerrito – Per un riesame della chiesa di S. Silvestro
sul monte Soratte nel Medioevo: le sculture
Clario Di Fabio – Un’integrazione alla storia della pittura
del Duecento genovese: la Crocifissione di S. Maria delle Piane
Lorenzo Lazzarini – Venezia: un frammento configurato di architrave
romano in pietra d’Aurisina riusato come vasca tardomedievale
Francesco Gandolfo – Un insolito monumento funebre
Vera von Falkenhausen – S. Filippo di Fragalà: storia di
un monastero greco in Sicilia (secc. XI-XV)

IV. TEMI ICONOGRAFICI E STORIOGRAFICI
Claudia Angelelli – Origine, sviluppo e durata di schemi
geometrici nella produzione musiva di età romana imperiale:
il motivo Décor 133c-d
Enrico Zanini – Il Tempo seduto sul globo celeste. Appunti in
divenire su un tema iconografico tardoantico
Maria Vittoria Fontana – Il personaggio in trono del ciclo
pittorico di Quṣayr ʿAmra: un modello esclusivamente romano-bizantino?
Mauro della Valle – Considerazioni sull’origine dell’iconografia della Vera Croce
affiancata dai santi Costantino e Elena
Andrea Luzzi, Maria Rosaria Marchionibus – Possibili correlazioni ideologiche
tra componimenti innografici e arredi musivi alla corte normanna di Palermo
Antonio Iacobini – «À l’imitation des tapis d’Orient». Il perduto
pavimento normanno della SS. Trinita di Rossano
Manuela Gianandrea – Suggestioni retro. Continuità e recupero
delle radici tardoantiche e altomedievali in alcuni arredi
liturgici della Campania storica tra XII e XIII secolo
Antonella Sbrilli – Pour la bonne bouche: dolcezze da Bisanzio

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “«Di Bisanzio dirai ciò che è passato, ciò che passa e che sarà» Scritti in onore di Alessandra Guiglia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *