Ils cognoissent bien Galien, mais nullement le malade. Montaigne e l’esperienza del corpo tra medicina, letteratura e filosofia

25.00

Anno: 2018
Autore: Aa.Vv.
Argomento: Medicina-Letteratura-Filosofia
Collana: Contributi Centro Linceo Beniamino Segre
Vol. 138
ISBN: 978-88-218-1169-2
ISSN: 0394-0705
Pp.: 192
F.to: 17×24

Disponibile

Email

Descrizione

INDICE
T. ORLANDI, Parole di saluto
C. MONTALEONE, Essere un corpo
R. RAGGHIANTI, Dell’incertitudine e della vanità delle scienze. Corpo umano e corpo sociale: una terapeutica
E. NENCI, Riflessioni rinascimentali sulla familiarità delle malattie: Montaigne e Cardano a confronto
E. RONCHETTI, … et qui se connaît, ne prend plus l’étranger fait pour le sien
Ph. DESAN, Que faire du corps de Montaigne? Question pour le philosophe et le sociologue
E. FERRARI, Materia, corpo, movimento. Montaigne e la concezione della vita
C. CAVALLINI, Montaigne e i medici italiani (Bacci, Donati, Franciotti): una chimera?
N. PANICHI, «Chi può dir com’egli arde è in picciol fuoco». Montaigne e la passion insupportable
Th. GONTIER, Umanità dell’animale, animalità dell’umano nell’Apologia di Raymond Sebond di Michel de Montaigne

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ils cognoissent bien Galien, mais nullement le malade. Montaigne e l’esperienza del corpo tra medicina, letteratura e filosofia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *